Delitto di Carisolo, condanna a dodici anni per Ina Celma

Ribaltata in appello la sentenza di primo grado. Per la Corte Ina Celma era solo parzialmente incapace di intendere e di volere quando ha ucciso il fidanzato Marco Chiapparoli e l'ha condannata a 12 anni di reclusione, oltre a pagare alla mamma e alla sorella della vittima un risarcimento danni di 150 mila euro

Condannata a 12 anni di reclusione Ina Celma, la 35enne moldava che nel 2011 a Carisolo, uccise con trenta coltellate l'insegnante di Vigevano Marco Chiapparoli. Lo ha stabilito la sentenza d'appello ribaltando il giudizio di primo grado che ha dichiarato la donna non punibile perchè incapace di intendere e di volere al momento dell'aggressione. La donna stava per sposarsi con Chiapparoli. Venivano entrambi da Vigevano e si erano stabiliti a Carisolo da poco tempo. Lui insegnava a Spiazzo e stavano anche seguendo un corso prematrimoniale. Poi la crisi psicologica.
 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento