Scritte contro gli accordi alla Marangoni: vetrine rotte agli uffici Cgil

"Servi dei padroni, complici di Marangoni". Vetrine d'ingresso rotte e scritte ingiuriose sono state trovate questa mattina alla sede Cgil in via Muredei a Trento. «È un atto di squallida intimidazione", commenta il segretario Franco Ianeselli

"Servi dei padroni, complici di Marangoni". Vetrine d'ingresso rotte e scritte ingiuriose sono state trovate questa mattina alla sede Cgil in via Muredei a Trento. «È un atto di squallida intimidazione", commenta il segretario Franco Ianeselli. Il presidente del Consiglio provinciale e a suo tempo segretario del sindacato, Bruno Dorigatti, si è recato sul posto e ha espresso "la vicinanza delle istituzioni e la più ferma condanna per questo gesto anonimo, violento e inaccettabile, che ci riporta ad anni bui della storia italiana. I sindacati - aggiunge Dorigatti - sono uno strumento irrinunciabile di partecipazione e democrazia nel mondo del lavoro, chi li attacca con questi mezzi offende e indebolisce anzitutto le lotte dei lavoratori".

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento