Maltempo: ci sarà la compensazione dei danni per privati ed imprese

Si seguirà lo schema applicato dopo l'alluvione a Moena della scorsa estate, con qualche correttivo. Lunedì verrà inoltre convocato il Tavolo del credito per capire come sostenere le imprese e sarà anche avviata una raccolta fondi

Dimaro

La procedura per la compensazione dei danni subiti dai privati e dalle imprese in Trentino a causa del maltempo seguirà - in linea di massima - lo schema applicato dopo l'alluvione a Moena della scorsa estate, con qualche correttivo richiesto dalle categorie economiche per rendere l'intervento più efficace oltre che di facile accesso. Lunedì verrà inoltre convocato il Tavolo del credito per capire come sostenere le imprese e sarà anche avviata una raccolta fondi. Queste le novità principali emerse dall'incontro che si è svolto oggi in Provincia a Trento tra i rappresentanti delle categorie economiche, il presidente, Maurizio Fugatti, ed i dirigenti provinciali Paolo Nicoletti, Stefano De Vigili e Romano Masè. Fra gli altri temi affrontati anche la gestione dell'ingente quantitativo di legname abbattutto dal maltempo, una quantità pari a 4 volte il prelievo annuo che si realizza sull'intero territorio provinciale. Attenzione è stata posta anche per la prossima apertura della stagione invernale, che troverà il Trentino pronto ad affrontare tutti gli impegni previsti, compreso il passaggio del Giro d'Italia. 

"Abbiamo deciso di metterci in ascolto delle vostre impressioni e dei vostri consigli - ha detto il presidente Fugatti -  convinti come siamo che sia necessario impostare un metodo di lavoro  basato sul  dialogo e sul confronto.  Quello che possiamo dire, anche se tutt'ora siamo impegnati ad affrontare le conseguenze di un evento più intenso della stessa alluvione del 1966,  è che il Trentino ha tenuto, e questo perché negli anni si è insistito nella cura del territorio e nella prevenzione, ed inoltre perché la struttura della Protezione civile ancora una volta è stata all'altezza dell'emergenza. Abbiamo anche fissato delle cifre di massima relative ai danni subiti, pari complessivamente a 250-00 milioni. Il Governo si sta muovendo: se le cifre fossero quelle annunciate ieri non saremmo soddisfatti, ma noi confidiamo che questo sia ovviamente solo l’inizio di un percorso".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Colpo da 100.000 euro: ladri si calano dal tetto e sfondano una parete

  • Cronaca

    Danni e fiamme alla Santi Costruzioni e al distributore: arrestato 38enne

  • Cronaca

    Casa Sebastiano ricorda il suo piccolo ispiratore, morto nel 2001

  • Cronaca

    Targhe false e senza patente in A22: lascia l'auto e scappa nei campi

I più letti della settimana

  • Valsugana, incidente a Tezze: cinque feriti, sul posto anche l'elicottero

  • Ghiaccio sulla Valsugana: tamponamenti a catena

  • A passeggio con il cane nel parco trova 2000 euro: è una parte del "bottino"

  • Incidente ad Aldeno: gravissimo 50enne

  • Le spediscono un pacco di marijuana per posta, lei non c'entra e va dai carabinieri

  • Tentata rapina con pistola a Martignano, vittima la commessa dell'Eurospin

Torna su
TrentoToday è in caricamento