Maltempo: ci sarà la compensazione dei danni per privati ed imprese

Si seguirà lo schema applicato dopo l'alluvione a Moena della scorsa estate, con qualche correttivo. Lunedì verrà inoltre convocato il Tavolo del credito per capire come sostenere le imprese e sarà anche avviata una raccolta fondi

Dimaro

La procedura per la compensazione dei danni subiti dai privati e dalle imprese in Trentino a causa del maltempo seguirà - in linea di massima - lo schema applicato dopo l'alluvione a Moena della scorsa estate, con qualche correttivo richiesto dalle categorie economiche per rendere l'intervento più efficace oltre che di facile accesso. Lunedì verrà inoltre convocato il Tavolo del credito per capire come sostenere le imprese e sarà anche avviata una raccolta fondi. Queste le novità principali emerse dall'incontro che si è svolto oggi in Provincia a Trento tra i rappresentanti delle categorie economiche, il presidente, Maurizio Fugatti, ed i dirigenti provinciali Paolo Nicoletti, Stefano De Vigili e Romano Masè. Fra gli altri temi affrontati anche la gestione dell'ingente quantitativo di legname abbattutto dal maltempo, una quantità pari a 4 volte il prelievo annuo che si realizza sull'intero territorio provinciale. Attenzione è stata posta anche per la prossima apertura della stagione invernale, che troverà il Trentino pronto ad affrontare tutti gli impegni previsti, compreso il passaggio del Giro d'Italia. 

"Abbiamo deciso di metterci in ascolto delle vostre impressioni e dei vostri consigli - ha detto il presidente Fugatti -  convinti come siamo che sia necessario impostare un metodo di lavoro  basato sul  dialogo e sul confronto.  Quello che possiamo dire, anche se tutt'ora siamo impegnati ad affrontare le conseguenze di un evento più intenso della stessa alluvione del 1966,  è che il Trentino ha tenuto, e questo perché negli anni si è insistito nella cura del territorio e nella prevenzione, ed inoltre perché la struttura della Protezione civile ancora una volta è stata all'altezza dell'emergenza. Abbiamo anche fissato delle cifre di massima relative ai danni subiti, pari complessivamente a 250-00 milioni. Il Governo si sta muovendo: se le cifre fossero quelle annunciate ieri non saremmo soddisfatti, ma noi confidiamo che questo sia ovviamente solo l’inizio di un percorso".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Uccide il figlio della convivente, poi si suicida: dramma a Costa di Folgaria

  • Politica

    Prima riunione di Giunta a Dimaro: sbloccati 35 milioni di euro per i danni del maltempo

  • Cronaca

    Camion di trasporti eccezionali bloccato sul ponte tra Rovereto e Villa Lagarina

  • Cronaca

    Il CAI: "Sulle montagne del Nord-Est la metà dei sentieri danneggiata dal maltempo"

I più letti della settimana

  • Uccide il figlio della convivente, poi si suicida: dramma a Costa di Folgaria

  • Incidente alle Sarche, nel frontale coinvolti due bambini

  • Il nuovo assessore alla Cultura del Trentino scrive Conoscienza con la 'i'

  • Camion di trasporti eccezionali bloccato sul ponte tra Rovereto e Villa Lagarina

  • Resta nel negozio chiuso in pausa pranzo e si trova di fronte i ladri

  • Nuova Giunta: ecco gli assessori di Fugatti

Torna su
TrentoToday è in caricamento