La Forestale dello Stato si prende cura dei cuccioli. Follia animalista: "Veniamo a prenderli noi"

Dopo l'incontro di oggi convocato dalla Procura di Trento, che ha aperto un'indagine sulla morte dell'orsa Daniza, la LAV canta vittoria: "con la decisione di oggi del Procuratore Capo della Repubblica, i due cuccioli non sono più solo affare della Provincia di Trento" si legge sul sito dell'associazione, la cui responsabile nazionale Gaia Angelini è stata invitata a partecipare all'incontro, insieme al legale, Carla Campanaro. In realtà il procuratore Amato ha detto che i cuccioli stanno bene e che di loro si sta prendendo cura sia la forestale statale che quella provinciale. La proposta di affidare i cuccioli al Corpo Forestale dello Stato era stata lanciata dalla stessa associazione animalista all'indomani della morte dell'orsa. La Procura avrebbe inoltre disposto altri esami sul corpo del plantigrado: le analisi saranno eseguite all'Istituto Zooprofilattico di Grosseto; per conoscere i risultati bisognerà aspettare un bel po', anche tre mesi. 


Un'altra notizia riguardo alla vicenda dell'orsa arriva da un comunicato diffuso nel pomeriggio dal PAE, il partito Animalista Europeo ormai noto in Trentino per le varie proteste a Trento e Pinzolo: secondo il presidente Stefano Fuccelli il comune di Cortina avrebbe comunicato la propria disponibilità ad ospitare i due orsacchiotti nel proprio territorio. La notizia non è stata confermata dall'amministrazione della rinomata località turistica veneta, il cui sindaco Andrea Franceschi è stato sospeso da pochi giorni. Il primo cittadino aveva già approfittato della vicenda per fare un po' di pubblicità alla sua cittadina postando su facebook, a titolo personale, l'invito ad andare in vacanza a Cortina dove "non uccidiamo gli orsi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto si legge nel comunicato del PAE il comune di Cortina sarebbe pronto ad ospitare i cuccioli "un luogo circoscritto e protetto con videsorveglianza facendosi carico di tutte le spese relative al sostentamento sia alimentare che sanitario per tutto il periodo necessario allo svezzamento, con la possibilità dei volontari di interagire con la struttura". Lo stesso Partito Animalista aggiunge un proclama abbastanza inverosimile: "chiediamo al presidente Ugo Rossi di organizzare il trasferimento dei due cuccioli vivi ed in buona salute nella località di Cortina nel tempo stretto di una settimana, confermando sin d'ora che in caso negativo, saremo noi a venirli a prendere organizzando una manifestazione ad hoc, con o senza il permesso del Questore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento