Riduzioni fiscali per chi investe in cultura: approvati (finalmente) i criteri attuativi

Ad oltre un anno dall'approvazione della legge ecco i criteri attuativi: 20% di riduzione fiscale su donazioni non inferiori a 1000 euro. La Provincia pubblicherà l'elenco dei progetti, domande entro il 31 marzo

Mentre si discute sulla  "riforma" della cultura, ovvero della legge provinciale del 2007, diventano operativi i criteri di sostegno economico alle attività culturali, a più di un anno di distanza dalla legge 17 del 2015 (la consigliera Maestri si chiedeva che fine avessero fatto gli sgravi fiscali per la cultura, già nel luglio 2016, clicca qui).

Obiettivo della legge era l'avvicinamento del settore privato agli enti promotori di attività culturali, attraverso l'incentivo al finanziamento, con una riduzione degli obblighi fiscali pari al 20% della donazione, con un importo minimo di 1000 euro, per progetti il cui budget complessivo non sia inferiore ai 10.000 euro. I privati che intendono sostenere  lle attività culturali attraverso questa opzione potranno scegliere i vari progetti da una lista, che sarà redatta direttamente dalla Provincia.

Per il 2017, i soggetti promotori dei progetti di intervento finanziabili potranno presentare domanda al Servizio attività culturali della Provincia entro il 31 marzo. La Giunta provinciale provvederà poi ad approvare, entro il 30 aprile, la lista dei progetti che potranno essere oggetto di erogazioni liberali di parte di cittadini o aziende. Questi ultimi, a loro volta, avranno tempo dal 1° maggio al 30 settembre per presentare, sempre al Servizio attività culturali, domanda per usufruire delle agevolazioni in compensazione fiscale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

Torna su
TrentoToday è in caricamento