Satellite cinese in orbita: a bordo rivelatore trentino, i dati analizzati anche a Povo

Missione italo-cinese per Cses, il primmo satellite che studierà la Terra "dall'alto" per capire meglio i terremoti

Il lancio di Cses, oggi in Mongolia

Passeranno anche da Trento i dati raccolti dal satellite cinese lanciato oggi. Sarà infatti un team di ricerca del TIFPA, il centro trentino dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, FBK e Apss, ad analizzare i dati trasmessi da Cses, il satellite che osserverà la terra dallo spazio per capire meglio i terremoti. Roberto Battiston, già  professore a Trento ed ora presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, ha assistito oggi al lancio, in Mongolia.

Un po' di Trentino si trova anche a bordo del satellite: nel rivelatore sono presenti i sensori di silicio sviluppati e realizzati nei laboratori di microtecnologia di FBK. Si tratta di HEPD (High Energic Particle Detector), un rilevatore sviluppato per misurare le variazioni nel flusso delle particelle che precipitano verso il basso in seguito a perturbazioni generate da fenomeni solari, sismici e antropici. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento