Satellite cinese in orbita: a bordo rivelatore trentino, i dati analizzati anche a Povo

Missione italo-cinese per Cses, il primmo satellite che studierà la Terra "dall'alto" per capire meglio i terremoti

Il lancio di Cses, oggi in Mongolia

Passeranno anche da Trento i dati raccolti dal satellite cinese lanciato oggi. Sarà infatti un team di ricerca del TIFPA, il centro trentino dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, FBK e Apss, ad analizzare i dati trasmessi da Cses, il satellite che osserverà la terra dallo spazio per capire meglio i terremoti. Roberto Battiston, già  professore a Trento ed ora presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, ha assistito oggi al lancio, in Mongolia.

Un po' di Trentino si trova anche a bordo del satellite: nel rivelatore sono presenti i sensori di silicio sviluppati e realizzati nei laboratori di microtecnologia di FBK. Si tratta di HEPD (High Energic Particle Detector), un rilevatore sviluppato per misurare le variazioni nel flusso delle particelle che precipitano verso il basso in seguito a perturbazioni generate da fenomeni solari, sismici e antropici. 

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

Torna su
TrentoToday è in caricamento