Soccorso alpino: divise "inutili", presunto danno erariale da 300.000 euro

Contestata anche la remunerazione, considerata illegittima, del presidente Adriano Alimonta per le attività svolte come tecnico di elisoccorso e istruttore provinciale

I vertici del soccorso alpino del Trentino sono nella bufera a seguito di un procedimento giudiziario avviato dalla Corte dei conti per un presunto danno erariale quantificato in 300.000 euro. Nel mirino dei giudici contabili è finito l’acquisto di 1200 divise di rappresentanza per una spesa complessiva di 148.000 euro considerata, di "assoluta inutilità". Contestata anche la remunerazione, considerata illegittima, del presidente Adriano Alimonta per le attività svolte come tecnico di elisoccorso e istruttore provinciale. La Finanza si era mossa in relazione ad un’inchiesta partita dopo un esposto presentato alla Procura della Corte dei Conti da un capostazione del Soccorso alpino. L’accusa ipotizzata è spreco di denaro pubblico: secondo quanto affermato nell’esposto, la fornitura di divise sarebbe stata affidata senza gara d’appalto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Colpo da 100.000 euro: ladri si calano dal tetto e sfondano una parete

  • Cronaca

    Danni e fiamme alla Santi Costruzioni e al distributore: arrestato 38enne

  • Cronaca

    Casa Sebastiano ricorda il suo piccolo ispiratore, morto nel 2001

  • Cronaca

    Targhe false e senza patente in A22: lascia l'auto e scappa nei campi

I più letti della settimana

  • Valsugana, incidente a Tezze: cinque feriti, sul posto anche l'elicottero

  • Ghiaccio sulla Valsugana: tamponamenti a catena

  • A passeggio con il cane nel parco trova 2000 euro: è una parte del "bottino"

  • Incidente ad Aldeno: gravissimo 50enne

  • Le spediscono un pacco di marijuana per posta, lei non c'entra e va dai carabinieri

  • Tentata rapina con pistola a Martignano, vittima la commessa dell'Eurospin

Torna su
TrentoToday è in caricamento