Esami di italiano truccati per il permesso di soggiorno: 25 indagati

Sarebbero oltre 6000 gli stranieri coinvolti in una compravendita di esami di lingua. L'inchiesta della Questura di Modena coinvolge le regioni del nord, tra cui anche il Trentino

Ci sarebbero anche alcuni stranieri che risiedono in Trentino tra i 6000 coinvolti nell'inchiesta che ha portato la Polizia di Stato di Modena a smantellare un'organizzazione criminale che vendeva, di fatto, certificazioni linguistiche per ottenere il permesso di soggiorno. 

Tra le accuse figurano quelle di falso ideologico e produzione di documenti falsi fino a veri e propri casi di corruzione. Nelle tre sessioni d'esame monitorate in provincia di Modena tra luglio e novembre 2018 è emerso che ai candidati venivano fornite direttamente le risposte alle domande, e questi si limitavano a ricopiarle sui fogli d'esame, cosa che valeva anche per la parte orale del test, che gli esaminandi conoscevano in anticipo.

Sono 25 gli indagati, 5 arrestati: il "sistema" scoperto dagli inquirenti faceva capo ad un Centro di Formazione Linguistico presso l'Università di Perugia. Coinvolte le regioni del nord: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige. Leggi la notizia su Modenatoday, clicca qui...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento