Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

A dare l'allarme sono stati gli amici, che non lo hanno visto riemergere. Intervento al Corno di Bo, spiaggia difficilmente accessibile

Si chiama idrocuzione, altrimenti conoscuta cme "sincope da immersione rapida", il malore che stava per portare via la vita di un dodicenne tedesco, in vacanza sul lago di Garda con la famiglia.

Gli amici che erano con lui lo hanno visto tuffarsi nelle acque del lago alla spiaggia del Corno di Bo per poi non riemergere più. Il ragazzo era svenuto, in acqua. Gli amici, dopo aver realizzato la situazione, hanno chiamato il 112.

Non è stato facile raggiungere la spiaggia del Corno di Bo, accessibile solamente a piedi. Il ragazzo è stato raggiunto via acqua dai Vigili del Fuoco, immobilizzato sulla barella spinale galleggiante e trasferito sul gommone della Polizia di Stato, con a bordo il medico d'urgenza.

E' stato trasportato fino al porto velico di Torbole, da lì in ambulanza ha raggiunto la piazzola dove nel frattempo era atterrato l'elicottero, ed è stato quindi trasferito a bordo del velivolo verso l'ospedale S. Chiara di Trento. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento