Stazione di Trento al setaccio: controlli della polizia contro lo spaccio

Gli agenti hanno lavorato per dodici ore di fila a Verona, Trento, Vicenza e Bolzano: a Porta Nuova sono stati fermati due stranieri non in regola con le norme sul soggiorno

Controlli Polfer

Dodici ore consecutive di controlli straordinari eseguiti dalla Polfer a Trento, Verona, Vicenza e Bolzano, per passare al setaccio le stazioni ferroviarie. L'azione comune è stata svolta contemporaneamente nelle quattro province di competenza del Compartimento Polizia Ferroviaria 'per Verona ed il Trentino Alto Adige'.

Gli agenti della polizia ferroviaria hanno identificato oltre 300 persone nell’ambito del servizio a livello europeo denominato 'Rail Safe Day', dedicato alla sicurezza nelle località più sensibili individuate nella rete ferroviaria, nei 17 paesi europei che aderiscono a 'Railpol' (European Association of Railway Police Forces).

I controlli sono stati svolti in tutti i luoghi delle località ritenuti più critici e nelle aree di maggiore affollamento. Inoltre sono stati estesi in generale, anche a bordo dei treni in fermata nel territorio di competenza del compartimento, monitorando costantemente il flusso dei viaggiatori in arrivo e partenza dagli scali ferroviari con controlli a campione nei confronti delle persone e dei bagagli al seguito, con il prezioso contributo dei cani antidroga della Guardia di Finanza di Villafranca di Verona, Vicenza e Bolzano.  Il servizio ha impegnato complessivamente di 65 operatori in 11 stazioni ferroviarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre nel corso dei servizi è stata sequestrata anche della cannabis per uso personale nei confronti di due persone che verranno segnalate al Prefetto per la sanzione amministrativa; un terzo soggetto verrà denunciato all’autorità giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di 26 grammi di hashish.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

Torna su
TrentoToday è in caricamento