Omicidio di Zivignago: condanna a 30 anni per Marco Quarta

La sentenza è stata pronunciata questa mattina dal gup Carlo Ancona nel processo con rito abbreviato a carico di Marco Quarta, accusato dell'omicidio dell'ex moglie. I genitori della donna, che ora si prendono cura dei due figli della coppia, si sono costituiti parte civile

Trent'annni di carcere, è questa la condanna per Marco Quarta contenuta nella sentenza sull'omicidio di Zivignago. Quarta, in carcere da marzo scorso con l'accuusa di aver ucciso l'ex moglie e l'aggravante di averlo fatto in presenza dei due figli minorenni, è stato condannato oggi dal Tribunale di Trento con rito abbreviato. I genitori della vittima, la 35enne pugliese Carmela Morlino, si sono costituiti parte civile nel processo.

La sentenza è stata pronunciata questa mattina dal Gup Carlo Ancona. Il Tribunale ha accolto la richiesta di condanna a 30 anni di carcere formulata dall'accusa e con la stessa sentenza ha anche tolto la patria potestà a Quarta sui figli, affidati ai nonni che vivono in Puglia. Guarda la video-intervista a Matteo Morlino, padre della vittima, tutore dei nipoti: "hanno paura del papà, credono che lo possa rifare" clicca qui...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento