Bando centrale unica annullato per conflitto d'interessi della presidente

La presidente della commissione giudicatrice, Luisa Zappini, conosceva i tre vincitori, con cui ha anche firmato delle pubblicazioni

La presidente della commissione giudicatrice, Luisa Zappini,  nominata per il concorso pubblico per esami per un posto a tempo indeterminato alla nuova centrale unica di emergenza, conosce tre dei candidati, risultati poi vincitori del concorso, con cui aveva firmato anche delle pubblicazioni. Un caso di conflitto d'interessi che ha portato la Giunta provinciale ad annullare il concorso. È stato lo stesso presidente Ugo Rossi, che ha competenza sul personale, a proporre l'annullamento, davanti all'ipotesi concreta di ricorsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La semplice conoscenza professionale tra un membro della commissione chiamata a giudicare (in questo caso la dirigente Zappini) e i candidati al concorso non è motivo sufficiente perché scatti l'incompatibilità, ma con più di uno dei partecipanti - è stata la riflessione in Giunta - la dirigente ha effettivamente una conoscenza più approfondita, sempre legata all'ambito professionale, che deriva da alcune pubblicazioni scientifiche scritte a quattro mani. A sollevare il caso era stata un'interrogazione dettagliata di Claudio Cia (Agire). Sulla vicenda, Cia ha presentato un esposto alla Procura, all’Anac e alla Corte dei Conti, e racconta che “alcuni dei candidati esclusi hanno già chiesto ai loro avvocati come muoversi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

Torna su
TrentoToday è in caricamento