Ancora coca in Val di Fassa: nel garage del macellaio anche sostanza da taglio

Un altro arresto connesso all'operazione che ha portato i carabinieri a sgominare una banda attiva tra le valli di Fiemme, Fassa e Cembra

La droga sequestrata domenica 17 febbraio a Predazzo

Ha scoperchiato un vero e proprio vaso di Pandora, pieno di droga ed in particolare cocaina, l'operazione "Sciamano" che ha portato i carabinieri di Cavalese a sgominare una banda di narcotrafficanti attivi tra le valli di Fiemme, Fassa e Cembra. 

Cocaina nelle valli: ecco come agiva la "banda del bar"

Dopo i 18 arresti eseguiti nel novembre scorso le operazioni proseguono con il reperimento di informazioni da parte di oltre un centinaio di "clienti" nelle valli. E' così emerso che un altro personaggio, noto per le sue frequentazioni nei locali della Val di Fassa, sarebbe connesso alla banda del Bar Anny di Castello di Fiemme.

Banda della coca: 42.000 euro di incassi

Si tratta del macellaio del paese: la perquisizione dei militari, scattata domenica 17 febbraio, ha portato al sequestro di oltre un etto di cocaina nascosta tra i mobili del garage. Un particolare ha fatto scattare anche l'ipotesi che il giovane non fosse solamente un rivenditore: negli stssi nnascondigli sono stati trovati anche 15 grammi di sostanza da taglio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Coronavirus: chiuse scuole, asili e Università

  • Coronavirus: famiglia lombarda in Trentino positiva al test

Torna su
TrentoToday è in caricamento