Trentino trovato in auto con la coca a Vicenza: "Sono in fuga da un complotto massonico"

Nei guai un 35enne che sostava in un parcheggio con il motore accesso. Alle domande degli agenti di pattuglia che l'hanno controllato ha risposto con frasi deliranti

Cocaina (repertorio)

"C'è un complotto massonico, in prefettura, io lo so, cambierà il mondo". È la teoria delirante che un 35enne residente a Trento ha raccontato ai poliziotti dopo essere stato fermato verso le 2 della notte tra martedì e mercoledì mentre si trovava in auto con il motore acceso. Gli agenti, vedendolo agitato e tremante, hanno ispezionato l'auto trovando sul sedile un bancomat e delle palline di carta stagnola e cellophane contenenti della sostanza bianca, poi risultata essere mezzo gramma di cocaina. 

Il giovane è quindi stato portato in questura dove ha rifiutato la visita medica e ha chiesto di chiamare il suo avvocato. Il legale ha però risposto al telefono solo verso le 3:40 della notte e per il 35enne 'complottista' sono scattati la denuncia e il ritiro della patente, decurtata di 10 punti, come previsto per legge quando sussiste il rifiuto di sottoporsi agli esami per controllare l'assunzione di droga o alcol. Salva invece l'auto, ma solo perché era in leasing. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

Torna su
TrentoToday è in caricamento