Circoncisioni rituali per 300 euro: arrestato medico chirurgo

I carabinieri del NAS di Trento hanno arrestato un chirurgo che, secondo quanto ricostruito, avrebbe eseguito innumerevoli circoncisioni spacciandole per necessarie

Circoncisioni rituali spacciate per necessarie per motivi sanitari. I carabinieri del NAS di GTrento hano arrestato un chirurgo di un ospedale pubblico altoatesino per i reati di peculato, falsità ideologica e truffa aggravata. Vittima della truffa, che andava avanti dal 2015 secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe il servizio sanitario pubblico altoatesino.

Chi si sottopone volutamente ad un'operazione di circoncisione, infatti, deve sostenere un costo di circa 900 euro, con ricovero ospedaliero. Il medico, attestando che la circoncisione doveva essere eseguita per fimosi, la eseguiva senza costi per i pazienti, dai quali però intascava 300 euro, ogni volta. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento