Passo Sella: la Sat boccia i "green days" di Gilmozzi

Dieci giornate di chiusura del passo con mobilità alternativa in corrispondenza di grandi eventi: una proposta decisamente insufficiente rispetto alle richieste delle associazioni naturalistiche ed alpinistiche

Pesanti critiche dal 122° Congresso generale della Sat ai "green days" proposti dall'assessore Mauro Gilmozzi per i passi dolomitici. Quello che doveva essere un piano di chiusure progressive dei passi è stato bollato come un vero e proprio flop. In sostanza l'assessore, intervenuto a passo Sella in un incontro dedicato al tema, ha proposto l'istituzione di alcune giornate (10 in un anno, questa l'idea) di chiusura del passo in corrispondenza però di grandi eventi, che finirebbero per attirare più persone del normale. Nel corso di questi "green days" l'accessibilità sarebbe garantita con forme di mobilità sostenibile, ma in buona sostanza i mezzi collettivi (pullman, navette) aumenterebbero. Una proposta dell tutto insufficiente rispetto alle richieste che proengono dalle associazioni naturalistiche ed alpinistiche. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento