Passo Sella: la Sat boccia i "green days" di Gilmozzi

Dieci giornate di chiusura del passo con mobilità alternativa in corrispondenza di grandi eventi: una proposta decisamente insufficiente rispetto alle richieste delle associazioni naturalistiche ed alpinistiche

Pesanti critiche dal 122° Congresso generale della Sat ai "green days" proposti dall'assessore Mauro Gilmozzi per i passi dolomitici. Quello che doveva essere un piano di chiusure progressive dei passi è stato bollato come un vero e proprio flop. In sostanza l'assessore, intervenuto a passo Sella in un incontro dedicato al tema, ha proposto l'istituzione di alcune giornate (10 in un anno, questa l'idea) di chiusura del passo in corrispondenza però di grandi eventi, che finirebbero per attirare più persone del normale. Nel corso di questi "green days" l'accessibilità sarebbe garantita con forme di mobilità sostenibile, ma in buona sostanza i mezzi collettivi (pullman, navette) aumenterebbero. Una proposta dell tutto insufficiente rispetto alle richieste che proengono dalle associazioni naturalistiche ed alpinistiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Pioggia e neve: allerta meteo della Protezione Civile per le prossime 48 ore

Torna su
TrentoToday è in caricamento