Cervi decapitati e smembrati: la denuncia del gruppo ''Fiemme e Fassa il ritorno del lupo'. Indaga la forestale

Grave atto di bracconaggio, a Bellamonte, segnalato dalla pagina, che chiede l'intervento della Provincia

Le carcasse ritrovate (foto Paolo Scarian)

"Oggi mi si è spezzato il cuore". È quanto scrive Paolo Scarian del gruppo Facebook 'Fiemme e Fassa il ritorno del lupo' denunciando il ritrovamento nella zona di Bellamonte di un cervo che è stato decapitato e smembrato.

bracconaggio cervi

(La carcassa dell'animale, foto Paolo Scarian)

"E salgono a cinque i cervi maschi trovati senza testa", continua Scarian, appassionato ed esperto di animali selvatici, che nelle scorse settimane aveva già segnalato il ritrovamento di altri quattro cervi nella stessa area. Sulla pagina Facebook si legge come al povero animale, ucciso illegalmente, siano state esportate testa e arti; il cuore invece è stato tagliato con un coltello e i resti sono stati occultati.

La richiesta da parte dei partecipanti del noto gruppo Facebook, che monitora la presenza di lupi e altri animali in Trentino, è che la Provincia intervenga immediatamente condannando questi gravissimi episodi di bracconaggio. La forestale ha già effettuato i soprallughi sul luogo del ritrovamento delle carcasse. Nella giornata di mercoledì 15 gennaio in Consiglio provinciale si discuterà degli episodi di bracconaggio registrati in val di Fiemme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento