Cermis, test su tasso alcolemico e motoslitta

La procura di Trento ha ordinato ulteriori accertamenti sul tasso alcolemico e sulla motoslitta, che secondo Azat Iagafarov improvvisamente non rispondeva piu' ai suoi comandi

Il guidatore della motoslitta, finita in un burrone sul Cermis, causando la morte di sei persone, aveva bevuto la sera dell'incidente. La procura di Trento ha ordinato ulteriori accertamenti sul tasso alcolemico e sulla motoslitta, che secondo Azat Iagafarov improvvisamente non rispondeva piu' ai suoi comandi. Il mezzo e il rimorchio comunque non erano idonei al trasporto di persone. L'albergatore di 58 anni, che nell'incidente ha perso la moglie, e' indagato per omicidio colposo plurimo.
 

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Sciopero generale dei trasporti il 24 luglio: tutte le info

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento