Cercasi gestore per il rifugio dello Stivo

La SAT cerca un gestore per il rifugio "Prospero Marchetti " sul Monte Stivo, recentemente ristrutturato e chiuso la scorsa estate

Cercasi gestore per il  rifugio del Monte Stivo. La SAT, proprietaria del rifugio, ha diffuso oggi un avviso per sollecitare le canndidature. Il termine per farsi avanti è il 25 agosto a mezzogiorno. L'edificio è stato appena ristrutturato. "Un eccezionale balcone roccioso affacciato sul Lago di Garda e sulla Vallagarina - si legge nella descrizione della SAT -. Dalla cima la vista spazia sulla catena del Monte Baldo, a sud, le Piccole Dolomiti ed il Pasubio a est, i ghiacciai dell’Adamello, del Carè Alto e della Presanella, le Dolomiti di Brenta a ovest. Chi fosse interessato a richiederne la gestione può inviare una manifestazione di interesse all’indirizzo e-mail: rifugi@sat.tn.it". 

Nella mail devono essere indicati nome e cognome, data di nascita, luogo di residenza, un numero di telefono cellulare. Qualsiasi ulteriore informazione (curriculum, presentazioni, progetti gestionali o familiari), anche in questa prima fase, sarà ben accolta. Tra i requisiti soggettivi, il futuro gestore del rifugio, dovrà possedere conoscenza del territorio, delle vie di accesso al rifugio ed ai rifugi limitrofi, nonché la capacità di apprestare, eventuali, necessarie azioni di primo soccorso.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento