Minorenne compra online con carte clonate: i carabinieri regalano tutto ai bisognosi

Vestiti e cellulari di lusso: il materiale sequestrato nell'operazione Free Pay sarà dato alla parrocchia del Redentore

I Carabinieri della Valsugana ed il parroco del Redentore

Vestiti, orologi, cellulari di ultima generazione, acquistati con una truffa ed ora regalati a chi ne ha più bisogno. E' questa la singolare iniziativa dei carabinieri di Levico Terme. Un'indagine, conclusa un anno e mezzo fa, aveva portato alla luce un giro di acquisti online fatti con carte di credito clonate da parte di un minorenne della valle. Un caso che fece molto discutere. 

Oggi il materiale sequestrato nel corso di quell'indagine servirà come "regalo di Natale", o forse sarebbe meglio dire di Capodanno, per le famiglie più bisognose individuate dalla Parrocchia del Santissimo Redentore di Levico, destinataria della solidarietà dell'Arma, che proprio per questo tratto distintivo nel secolo scorso si guadagnò il soprannome di Benemerita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Coronavirus, medico contagiato in Germania: "Era stato in vacanza in Trentino"

Torna su
TrentoToday è in caricamento