Nepal: scarica di sassi sulla spedizione al Kimshung di Cazzanelli e Corona

L'alpinista valdaostano si trova all'ospedale di Kathmandu, mentre il trentino Corona ha completato le operazioni di smontaggio del campo base

foto: Ansa.it

Si è interrotta poco sotto la cima del Kimshung (6781 metri) la spedizione nepalese degli alpinisti dell'Esercito Italiano Cazzanelli e Corona. I due sono stati travolti da una scarica di sassi a quota 6000  metri, mentre stavano tentando di raggiungeere la vetta, dopo essere partiti dal campo base a 5300 metri. Il valdaostano François Cazzanelli, come riporta il quotidiano online LaStampa.it, è rimasto gravemente ferito: è stato  recuperato dall'elisoccorso alla base della parete  e trasportato all'ospedale di Kathmandu, dove è tutt'ora  ricoverato.

Il trentino Giampaolo Corona, che fortunatamente non ha riportato gravi lesioni nell'incidente, ha è sceso per smontare il campo base italiano ed ha in seguito raggiunto il compagno di scalata nella capitale nepalese. Cozzanelli e Corona furono tra gli alpinisti che, dopo il tragico terremoto in Nepal, recuperarono la salma dell'alpinista trantino Oscar Piazza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malore collettivo per altri due gruppi di studenti nell'hotel di Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento