Cavalese, ora la deroga per il punto nascite è a rischio

All'ospedale di Fiemme appena 80 nascite nel 2016. Non si trovano i pediatri per tenere aperta la struttura h24. Entro gennaio la decisione del Comitato per il percorso nascita nazionale

E' in bilico la deroga per il punto nascite dell'ospedale di Cavalese. I dati sui parti del 2016 sono scoraggianti, appena 80 nuovi nati contro i 232 dell'anno precedente, dato comunque molto al di sotto della soglia di sicurezza ministeriale fissata a 500.

Da novembre del 2015 il punto nascita è aperto solo nelle ore diurne per mancanza di medici, e sono proprio gli specialisti il punto dolente per il noscomio. 

Il concorso per pediatri indento dall'APSS aveva individuato solo due professionisti disponibili a lavorare a Cavalese, struttura poco attraente per medici desiderosi di fare carriera. L'esigenza dell'azienda sanitaria era però quella di reperire sei pediatri per garantire il servizio.

Alla fine del mese di gennaio, la Provincia invierà la sua relazione al Comitato per il percorso nascita nazionale a Roma, che sarà chiamato a prendere la decisone finale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

  • Limiti di velocità solo per le moto sulle strade di montagna

Torna su
TrentoToday è in caricamento