Impianti termici: arriva il catasto digitale, revisione più sicura

Un codice identificativo di ogni impianto presente sul territorio provinciale ed un data-base per controllare l'avvenuta manutenzione: ecco le novità della Provincia dal 1° dicembre 2016

Si chiama "Sire" ed è il nuovo catasto informatico degli impianti termici civili presenti sul territorio provinciale. L'attivazione è prevista da una delibera firmata dall'assessore Gilmozzi che attua una norma contenuta nella legge provinciale sul'energia del 2012. Sire sarà attivato con il 1° dicembre 2016.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Entro tale data tutti gli impianti termici civili, esistenti o di  nuova realizzazione, dovranno essere dotati di un'apposita etichetta sulla quale sarà riportato un codice identificativo di ogni singolo impianto (vedi fac-simile sotto). I dati rellativi ad ogni impianto saranno quindi inseriti in un sistema informatico, accessibili ai tecnici, e naturalmente ai privati  cittadini, tramite  la Carta provinciale dei servizi. In questo  modo sarà più facile, ed anche più sicuro, controllare la periodica revisione che deve essere effettuata per  legge. caldaia-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento