Carnevali e Siae, Panizza: "Mai più senza musica"

"Mai più un carnevale senza musica" tuona il senatore autonomista Franco Panizza dopo il caso della festa a San Giorgio lo scorso weekend, senza audio dopo la mult da 800 euro pagata l'anno scorso. Sulla questione Panizza riferisce che il Ministro Bray si è impegnato a prevedere esenzioni per spettacoli organizzati da volontari e senza scopo di lucro

Mai più un carnevale senza musica: è la promessa del senatore autonomista Franco Panizza in riferimento a quanto successo l'anno scorso a causa di controlli da parte della Siae nei carnevali trentini. “E' una cosa che non dovrà ripetersi mai più. Dispiace davvero per quello che è successo; e dispiace ancor di più se si pensa che la questione della SIAE e del diritto d’autore sono diversi mesi che noi autonomisti la stiamo segnalando nelle aule parlamentari" scrive il senatore in una nota informando di aver già sottoposto la questione al Ministro della Cultura Bray il quale, riferisce Panizza, si era impegnato per prevedere quanto prima forme di esenzione dal pagamento della Siae per quegli spettacoli a scopo benefico o comunque promossi da organizzazioni di volontari. Il caso che ha portato, nuovamente, alla ribalta la questione è stato il carnevale di San Giorgio a Rovereto che l'anno scorso era stato multato con 800 euro per aver diffuso la musica dagli altoparlanti senza permesso e che quest'anno, nella festa che si è tenuta lo scorso weekend, ha rinunciato definitivamente alla "colonna sonora".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

  • Radersi la barba diminuisce la possibilità di contagio: tutte le bufale sul coronavirus

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

Torna su
TrentoToday è in caricamento