"Guardate cos'ha fatto il lupo", ma il responsabile è un altro animale (e non è l'uomo)

La foto ha scatenato una valanga di polemiche: "Sono stati i bracconieri". Ma anche questa seconda ipotesi si è rivelata errata

Le foto pubblicate sul gruppo "Sei di Caldonazzo se..."

"Guardate cosa hanno fatto i lupi". Le foto, pubblicate su Facebook nel gruppo "Sei di Caldonazzo se...", di un capriolo trovato morto e senza testa nelle campagne attorno al paese, hanno fatto il giro del web. In Trentino, dove il dibattito pubblico sui grandi carnivori è da sempre rovente, una notizia di questo genere ha presto scatenato una valanga di reazioni. Ma il "giallo" è stato risolto, con attente analisi ed un po' di pazienza, dagli uomini della Stazione Foretale di Levico Terme.

Le foto, infatti, mostrano un capriolo con il collo apparentemente tranciato di netto. Non bisogna essere esperti per capire che i lupi non fanno una cosa del genere: le prime parti della preda ad essere divorate sono solitamente le parti molli del ventre e dei fianchi. Chi può uccidere un capriolo per prendersi solamente la testa? La risposta più immediata è stata: l'uomo. Il triste fenomeno di abbattere, illegalmente, ungulati per portarsi a casa il trofeo è purtroppo diffuso anche in Trentino. L'ultimo episodio, in Val di Sole, risale a tre mesi fa. Ma anche questa seconda ipotesi, come vedremo, si è rivelata errata.

Gli uomini della forestale hanno preso la carcassa per analizzarla attentamente. Un aspetto della vicenda, in particolare, non deponeva a favore del'ipotesi di un atto di bracconaggio: il fatto che l'esemplare in questione fosse una femmina. Chi vuole appendersi in casa un paio di corna, chiaramente, abbatte un maschio, solitamente un vecchio. I palchi (questo il nome corretto per le corna dei cervidi) crescono, infatti, più grandi ogni primavera. Più vecchio è l'animale, più grandi e ramificati sono i palchi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver analizzato la carcassa i forestali sono giunti alla conclusione che la testa era stata asportata da una volpe, e probabilmente è stata portata nella tana per cibare i piccoli. A quel puto, però, si apriva un altro interrogativo. Può una volpe uccidere un capriolo di quelle dimensioni? La risposta è: no. Il capriolo, conferma la forestale, è morto dopo essere stato investito. I segni che riporta su un fianco non lasciano dubbi. Solo successivamente è stato predato dalla volpe che, caso raro ma non impossibile, ha asportato la testa. I segni dei piccoli morsi del canide sul collo del capriolo confermano la teoria. Per una volta il lupo non c'entra, e nemmeno l'uomo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

Torna su
TrentoToday è in caricamento