Capanno troppo vicino alle case, cacciatore denunciato

Due operazioni della forestale in Valsugana e Val di Fiemme hanno portato al sequestro di armi, munizioni, trappole e prede abbattute abusivamente. A Panchià un cacciatore ha ucciso un capriolo di venerdì, a Novaledo un capanno era troppo vicino alle abitazioni

Periodo "caldo" per le guardie forestali trentine impegnate in controlli anti-bracconaggio su tutto il territorio provinciale. Nei giorni scorsi si sono svolte due operazioni distinte, a Panchià in Val di Fiemme ed a Novaledo in Valsugana, che hanno portato alla denuncia di due persone in possesso di trappole illegali, armi non denunciate e animali uccisi abusivamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Val di Fassa la forestale ha sorpreso un cacciatore mentre portava in casa un capriolo ucciso di venerdì, giornata di "silenzio venatorio". L'infrazione del divieto è di natura penale. A Novaledo la violazione riguarda invece un capanno, costruito troppo vicino alle abitazioni. Il cacciatore fermato non aveva con sè il permesso, ed inoltre la perquisizione a casa ha portato alla luce lacci di acciaio, tagliole, due fucili con matricola alterata, bastoncini invischiati per l'uccellagione, un uccello da richiamo  senza anello di riconoscimento oltre a varie prede già in freezer, tutte abbattute abusivamente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento