Il cantiere Tav alle Novaline non è segnalato, Degasperi: "Una norma ad hoc nella legge urbanistica"

Il consigliere del Movimento Cinque Stelle lancia l'accusa alla legge urbanistica di Daldoss: "C'è una norma fatta su misura per il TAV". Il cantiere è spuntato da un giorno all'altro, senza che vi siano pannelli informativi che rendano note date e committenza

Il cantiere per i carotaggi lungo il tracciato dell'Alta Velocità è spuntato da un giorno all'altro alle Novaline, sopra  Matttarello. Non è segnalato, non vi è alcun pannello informativo sulla data di inizio e fine lavori, e soprattutto sulla committenza. Come è possibile? "Se il cantiere è privo delle normali indicazioni circa il tipo di lavori, la durata, la ditta esecutrice dobbiamo ringraziare la nuova legge urbanistica provinciale", ne è convinto il capogruppo del Movimmnto Cinque Stelle Filippo Degasperi, che cita l'articolo 78, lettera j, della legge Daldoss: "Tra gli interventi liberi che non richiedono titoli abilitativi, include “le opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo a carattere geognostico”. Una norma scritta su misura per il Tav del Brennero".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • Incidenti, si schianta con l'auto contro un muretto: morta mamma di quattro figli

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

Torna su
TrentoToday è in caricamento