Rovereto: 18 cani e 5 gatti in casa, Arcadia contro l'eccesso di "animalismo"

Una situazione ingestibile: ora gli animali sono stati presi in carico dall'associazione Arcadia, che punta il dito contro gli eccessi

Due dei cuccioli in attesa di adozione

Un vero e proprio zoo in casa: i volontari di Arcadia, l'associazione che gestisce il canile di Rovereto, sono intrvenuti per un sopralluogo in un appartamento dove una donna ospitava 18 cani, 5 gatti ed un coniglio. La proprietaria, non riuscendo più a gestire gli animali, li ha ceduti volontariamente all'associazione. 

Arcadia ha accettato di prendersi cura degli animali, ma l'arrivo di 24 nuovi ospiti potrebbe creare problemi in un canile che ne può ospitare al massimo 70. Dietro situazioni come questa si nasconderebbe, secondo il presidente dell'associazione Pierluigi Raffi, un "eccesso di zelo" animalista: "Situazioni come queste non dovrebbero sussistere in Trentino, eppure "animalisti" con una visione pietistica rischiano di diventare veri e propri accumulatori seriali. Casi come questo creano un carico eccessivo alla struttura pubblica: gli animali erano tutti da visitare e “sistemare” anche perché “pieni” di parassiti".

"Non siamo gli unici a segnalare queste situazioni: lo fanno anche Oipa e Le Fusa Onlus. Chiediamo dunque aiuto a tutti i cittadini nel segnalare gli episodi, per poter intervenire tempestivamente e cercare soluzioni bonarie: al contrario, effettuare sequestri porterebbe a far sostare i cani in struttura senza poter offrire loro un’adozione nell'immediato e questo non sarebbe etico, a maggior ragione per i cuccioli che rischierebbero di crescere in canile e perdersi parte importante della socializzazione e della relazione con l'essere umano e il contesto urbano" conclude Raffo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvini a Pinzolo: "Reintrodurre la leva militare"

  • Cronaca

    Dispersi nella neve al Refavaie, salvati dal Soccorso Alpino

  • Green

    Api in pericolo a Trento sud. La replica della Fondazione Mach: "Tutto regolare"

  • Cronaca

    La tuta alare non si apre, muore base jumper

I più letti della settimana

  • Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Bare e cadaveri abbandonati in un capannone in Valsugana: indagano i carabinieri

  • A22: maxitamponamento, 17 feriti ed autostrada bloccata

  • La tuta alare non si apre, muore base jumper

  • Due incidenti nella notte a Riva del Garda: feriti tre ventenni

Torna su
TrentoToday è in caricamento