Bomba carta alla sede della Lega, nessun fermato

nessuna persona è stata fermata per l'episodio, il Procuratore smentisce le voci girate in mattinata dopo l'attentato alla sede della Lega di Ala

La vetrina della sede di Ala in frantumi, foto Ansa

Non c'è stato nessun fermo in seguito all'esplosione della bomba carta che nella notte scorsa ha mandato in frantumi la finestra della sede della Lega Nord ad Ala. Lo ha dichiarato il Procuratore capo di Trento, Sandro Raimondi, all'Ansa smentendo quanto annunciato in mattinata dal governatore Rossi, sempre  all'Ansa, che avveva parlato di "persone identificate e denunciate" ed il segretario del carroccio Mirko Bisesti, che per primo aveva scritto su facebook chei responsabili erano stti identificati. Digos e carabinnieri indagano a tutto tondo per fare luce sull'accaduto.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento