Molestie su una ragazzina delle medie: il bidello patteggia in tribunale

Ha chiesto un patteggiamento nell'udienza preliminare che si è tenuta oggi a Trento il bidello 46enne accusato di aver palpeggiato un'alunna delle scuole medie di 13 anni. Il Gup ha stabilito una pena di un anno e duemesi di reclusione più il risarcimento economico

Ha scelto di patteggiare il bidello trentino di 46 anni accusato di avere palpeggiato una ragazzina di 13 anni, dopo averle sussurrato qualche frase ammiccante. Il giudice Carlo Ancona ha accolto la richiesta di risarcimento presentata dalla difesa dell'uomo, che non lavora più nell'istituto scolastico dove si sono verificati i fatti. La pena stabilità dal Gup è di un anno e due mesi più il risarcimento economico, con rinvio al prossimo 6 marzo, dopo che la difesa dell'imputato ha raggiunto un accordo con la parte offesa.

Secondo la denuncia presentata dalla famiglia della minorenne, i fatti si sarebbero verificati nella copisteria della scuola media trentina frequentata dalla ragazzina. La tredicenne era stata mandata, assieme a una compagna di classe, a fare alcune fotocopie da uno dei professori. E' stato proprio nell'accedere alla stanza adibita a copisteria che la ragazzina, sempre secondo la denuncia, è stata toccata dall'ex bidello, che le è passato accanto strusciandosi su di lei. Una versione confermata anche dalla compagna della piccola vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

Torna su
TrentoToday è in caricamento