Spia i conti dei vicini per tre anni, ex bancaria a processo

Le indagini hanno portato alla luce oltre 400 accessi ingiustificati ai dati bancari dei vicini di casa, il motivo lo spiegherà al giudice

Avrebbe spiato i conti bancari dei vicini di casa per tre anni effettuando ben 434 accessi ingiustificati al sistema informatico. Il perchè dovrà spiegarlo al giudice, la giovane ex bancaria di Primiero comparirà infatti in tribunale con l'accusa di accesso abusivo ad un servizio informatico.

La ragazza lavorava nella banca presso la quale i vicini di casa avevano il conto corrente. La sua posizione lavorativa le permetteva quindi di accedere ai dati personali della coppia. La difesa soostiene che i dati non sarebbero mai stati divulgati e non vi sarebbe quindi una vera e propria violazione della privacy. Resta però da capire la ragione di tale condotta. All'origine del gesto vi sarebbe infatti una lite condominiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

Torna su
TrentoToday è in caricamento