Banda di ladri incastrata per un unico furto in Trentino: 9 arresti

Venti furti tra le province di Milano, Bergamo e Modena. Dall'unico caso in Trentino sono scaturite le indagini che, dopo un anno, si sono concluse con gli arresti

Repertorio

Si faceva chiamare "baba", ovvero papà, il capo della banda di ladri sgominata dai Carabinieri del Comando provinciale di Trento dopo un anno di indagini. Un "baba" che poteva contare su diversi "biri", ovvero figli in lingua albanese, dei quali almeno 8 sono ora finiti in manette per associazione a delinquere, furto, ricettazione e rapina.

Le indagini iniziate con un furto in Trentino

Le indagini sono iniziate nel novembre 2018, a seguito di un furto alle slot machine di un bar nel comune di Borgo Chiese. Dispositivi di gioco e cambiamonete erano infatti gli obiettivi prediletti del sodalizio criminale, che solo in un'occasione avrebbe messo in atto una vera e propria rapina, perpetrata ai danni di un'imprenditrice di Bresso, nel Milanese.

Dopo un anno di indagini, grazie a pedinamenti ed appostamenti mirati sono stati ricostruiti ben 20 furti, di cui 13 in esercizi commerciali e 7 in autoveicoli. Il "bottino" è stato calcolato in oltre 100.000 euro. I carabinieri sono arrivati a stringere il cerchio attorno a 9 persone: oltre al capo altri 8 "sottoposti" di cui 7 sono già in carcere. La banda, con "sede operativa" nel Bresciano, era attiva nelle province di Milano, Bergamo e Modena. Il furto in Valle del Chiese è stato l'unico messo a segno in Trentino, ed è stato proprio questo episodio a "tradire" la banda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Ragazza aggrappata al parapetto, in piedi in mezzo al ponte Mostizzolo: il salvataggio

  • "Addio Betta, un esempio per tutti noi": soccorritrice stroncata dalla malattia

Torna su
TrentoToday è in caricamento