Autosalone "fantasma" a Padova: fiemmese truffato per 26.000 euro

Sembrava tutto vero: venditore, auto esposte, giro di prova, prezzo vantaggioso. Quando sono arrivati i carabinieri però era tutto sparito: solo dopo accurate indagini i militari di Cavalese sono riusciti ad identificare i due truffatori

Si chiama giustamente "Pacco" l'operazione condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Trento che ha portato alla denuncia di due 28enni residenti in provincia di Venezia per una truffa che vede come vittima un fiemmese il quale, dopo aver letto un'inserzione su  internet, si era recato a Padova per comprare un'auto.

Una truffa predisposta nei minimi dettagli: i carabinieri raccontano di un falso venditore e di un vero e proprio "autosalone", modesto ma pur sempre verosimile, montato ad hoc per ingannare il compratore. Come da copione il venditore porta il cliente a fare un giro di prova, conquistandosi la sua fiducia. Il prezzo è vantaggioso, ed in breve l'affare va in porto con un anticipo di 1000 euro in contanti e l'impegno di un versamento da 25.000 euro in pochi giorni. 

L'uomo torna in Val di Fiemme convinto di aver concluso l'affare, ma, dopo il pagamento del "saldo" riceve una telefonata da parte di un'altra persona che, fingendosi dipendente del fantomatico autosalone, lo informa che ci sono dei problemi per la consegna dell'auto. Il malcapitato cliente inizia ad insospettirsi  e contatta i carabinieri: a quel punto però i sedicenti venditori diventano irrintracciabili e perfino l'autosalone sparisce, comprese le auto che, il giorno dell'accordo, erano parcheggiate in bella mostra nel piazzale. 

Un autosalone "fantasma", gestito però da malfattori in carne ed ossa che alla fine sono stati identificati e denunciati al termine delle complesse indagini eseguite dai carabinieri della Compagnia di Cavalese. Le indagini sono ancora in corso per stabilire l'esatta entità della truffa e contattare altre vittime.

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento