Minorenne guida auto rubata a fari spenti: quattro persone denunciate

A bordo i carabinieri hanno rinvenuto strumenti per lo scasso tra cui un 'bouster' e una 'chiave bulgara'

immagine repertorio

Furto e possesso abusivo di arnesi da scasso. Sono queste le accuse a cui dovranno rispondere un maggiorenne e tre minorenni stranieri, fermati dai carabinieri a Trento, nella notte tra domenica e lunedì, mentre si trovavano a bordo di un'auto rubata che stava viaggiando a fari spenti. 

I militari, dopo aver notato il veicolo, l'hanno sottoposto a un controllo e hanno constatato che l'auto era stata rubata poco prima in via Bronzetti. Alla guida inoltre c'era un minore; i passeggeri invece erano altri due minorenni e un maggiorenne. Dopo un'ispezione nell'auto sono stati rinvenuti un Bouster, utilizzato per mettere in moto i veicoli, una chiave “bulgara”, impiegata per aprire le porte, nonché delle pinze e scalpelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quattro sono stati quindi denunciati per i reati di furto aggravato e per  il possesso di arnesi atti allo scasso in concorso. Tutti i materiali sono stati sequestrati. Mentre l'auto è stata restituita al suo legittimo proprietario.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Trentino, visite specialistiche gratuite per le donne: come effettuarle

Torna su
TrentoToday è in caricamento