Incendiata l'auto di un agente del carcere di Trento

Gli accertamenti dei Vigili del Fuoco parlano di un incendio doloso, l'auto era parcheggiata nei garage di pertinenza della Casa Circondariale

L'auto di un agente della Polizia Penitenziaria della Casa Circindariale di Spini è stata data alle fiamme. E' quasi certamente di origine dolosa l'incendio, divampato nella notte tra domenica 12 e lunedì 13 maggio in uno dei garage delle case statali di pertinenza del carcere.

A riferire l'inquietante episodio è il sindacato della Polizia penitenziaria. Secondo gli accertamenti dei Vigili del Fuoco, accorsi per spegnere le fiamme, il rogo sarebbe di origine dolosa. Ma c'è di più: l'autore del gesto si sarebbe introdotto nei garage sfruttando il fatto che la porta basculante è rotta da mesi. Fatto di cui, probabilmente, era a conoscenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una situazione insostenibile per il sindacato di polizia, che denuncia: "di fronte a situazioni del genere bisogna anche interrogarsi sui fatti concludenti che possono porsi in essere per evitare il reiterarsi di gesti vandalici. Rispetto ad inquietanti gesti di siffatta natura, logicamente non si può che esprimere tutta l’amarezza possibile".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

Torna su
TrentoToday è in caricamento