Guida la scuolabus con la patente del fratello ed è troppo stanco: autista multato

L'uomo era alla guida del pullman di una scolaresca di Fondo diretta in Austria. La gita è stata sospesa in attesa dell'arrivo di un altro conducente

Immagine repertorio

Stava guidando il pullman di una scolaresca con la patente del fratello e non aveva rispettato il periodo minimo di riposo previsto per legge. Per questo un autista è stato bloccato e multato dalla polizia. È accaduto nella mattinata del 2 giugno, verso le 7, a Fondo, dove una pattuglia della Polizia Stradale ha scoperto le irregolarità grazie a un controllo. 

Patente del fratello e poche ore di riposo

La classe dell'Istituto Scolastico Comprensivo delle Scuole medie di Fondo era diretta a Radfeld, in Austria, per un soggiorno-studio di una settimana. Il conducente del bus aveva inserito nel cronotachigrafo digitale la patente di suo fratello invece della sua e, come emerso dai controlli, aveva guidato fino alle 24:15 del giorno precendente per poi essere tornato in servizio alle 6:30: il riposo era quindi inferiore a quello imposto dalla legge per evitare incidenti stradali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Patente ritirata

Gli agenti della Stradale hanno ritirato la patente all'autista e l'hanno multato per mancato inserimento carta del conducente e mancata osservanza del riposo giornaliero (di almeno 9 ore consecutive). Solo dopo alcune ore di attesa, quando finalmente è arrivato un conducente idoneo, il pullman ha potuto proseguire il viaggio verso l'Austria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nati in Trentino: l'elenco è online, ecco come cercare i propri antenati

  • L'orso si avvicina all'escursionista e lo segue: l'incontro è avvenuto in Val di Non

  • Dramma in montagna: ricercatore dell'Università di Trento cade in un crepaccio

  • Si tuffa dal pedalò e non riemerge: muore annegato a soli 21 anni

  • Aggrediti dall'orso, una delle due vittime: "Abbatterlo? No, ero io ad e essere nel suo habitat"

  • Trova 1000 euro e li consegna alla Polizia, la proprietaria gliene dà 50

Torna su
TrentoToday è in caricamento