Sabotaggi sulla ferrovia del Brennero e sulla Valsugana, ecco cos'è successo

A Lavis incendiata una centralina, a Civezzano manomessi i sensori paramassi. Ecco gli aggiornamenti: linea del Brennero ad un binario fino alle 17.00

Si parla ancora di "presunti sabotaggi" nella nota diffusa dalla Provincia  in seguito a due episodi di danneggiamenti sulla  linea ferroviaria del Brennero e su quella della Valsugana avvenuti  nelle prime ore del mattino di oggi, venerdì  11 maggio, primo giorno dell'Aduunata a Trento.

Terzo sabotaggio ferroviario: bloccatta la Valsugana, clicca qui...

La dinamimca però è molto chiara: all'altezza di Lavis un pozzetto dove sono aloggiate apparecchiature di  monitoraggio della distanza tra convogli è stato dato alle fiamme con del liquido infiammabile, presumibilmente attorno alle 3.30 del mattino.

Poco dopo sono arrivate segnalazioni di anomalie nei sensori paramassi della galleria Albi di Civezzano sulla linea ferroviaria della Valsugana. Anche in questo caso le apparecchiature sono state manomesse da ignoti. AGGIORNAMENTO: RIPRISTINATA LA CIRCOLAZIONE, clicca qui...

La situazione sulla linea del Brennero

Dopo i due presunti atti di sabotaggio, la linea del Brennero è stata ridotta ad un solo binario nel tratto tra le stazioni di Mezzocorona e Trento. La capacità della linea ferroviaria del Brennero è ridotta del 50% fino alle ore 17,00, quando la linea sarà completamente ripristinata. Nel frattempo i treni continueranno a transitare ma a regime ridotto: due convogli ad ora per ogni direzione, in modo da garantire la fluidità della circolazione anche ai treni Freccia. Per il momento i treni merci sono stati sospesi.

La situazione sulla linea della Valsugana

Il traffico ferroviario è stato ridotto anche sulla linea della Valsugana. La linea non ha subito danneggiamenti diretti e la circolazione non è mai rimasta bloccata. Al momento i treni viaggiano con circa 10 minuti di ritardo. In entrambi i casi, come previsto dai piani operativi, sono stati attivati servizi sostitutivi di autobus, così da garantire un ulteriore supporto al regolare transito dei passeggeri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente Ugo Rossi: "Non ci fermano, l'Adunata è una festa"

"Ottimo il funzionamento delle previste procedure di emergenza e grazie a tutti quelli che stanno lavorando per limitare i disagi agli utenti" commenta il presidente della Provincia  autonoma di Trento Ugo Rossi, condannando fermamente il gesto che, per ora, non ha avuto rivendicazioni. Su entrambi gli episodi indaga la Digos.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento