Attacco incendiario alla chiesa del presepe antiabortista

Bruciato nella notte il portone della chiesa di S. Rocco dove era stato allestito il presepe con riproduzioni di feti

Attacco incendiario all'alba a Rovereto: ignoti hanno appiccato il fuoco al portone della chiesa di San Rocco, nota alle cronache durante il passato Natale per aver allestito un presepe con delle rappresentazioni di feti umani, per sensibilizzare i passanti sul tema dell'aborto.

La parrocchia di San Rocco c'entra poco o nulla con il presepe: intervistato dai quotidiani il parroco ha detto di non essere stato informato dei contenuti dell'installazione. Il presepe è stato allestito dal gruppo delle "Sentinelle in piedi" di Rovereto. 

La scritta comparsa stamane sul muro della chiesa recita: "I veri martiri sono in mare". Un chiaro riferimento al presepe "antiabortista", che nelle scorse settimane ha fattio molto discutere, in particolar modo sui social network. Sul fatto indagano i carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento