Film sulle foibe: vandalizzati i muri del cinema Astra

L'assessore Bisesti ha pubblicato un video su facebook nel quale esprime solidarietà ai gestori del film e condanna per la "Trento dell'idiozia, altro che della Resistenza"

La scritta comparsa al cinema Astra

"C'è chi si riempie la bocca dando degli intolleranti a caso agli altri, e poi sono loro gli intolleranti. Il film che è stato proiettato ieri è un film che condanna dei crimini che, al di là del colore politico, sono stati dimenticati". Così l'assessore alla Cultura Mirko Bisesti commenta le scritte apparse nella notte al cinema Astra, dove ieri sera si è tenutala proiezione  del film Red Land, che narra la storia di una delle vittime delle foibe, Norma Cossetto.

Cgil, Cisl e Uil: "Solidarietà al Cinema Astra"

La scritta sul muro del cinema recita "Nessun ricordo per i fascisti di ieri, nessuno spazio per quelli di oggi". Il riferimento è chiaramente al film: Norma Cossetto era figlia di un dirigente locale del Partito fascista e lei stessa iscritta ai Gruppi Universitari Fascisti. Il riferimento a quelli di oggi sembra riferirsi al fatto che il locale circolodi Casa Pound abbia invitato tutti alla visione del film. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Previsioni del tempo, neve in arrivo anche a bassa quota

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento