Continua a spacciare malgrado l'obbligo di presentarsi in caserma

Gli episodi di spaccio documentati dai carabinieri sono diversi ed è stato inoltre verificato che, mentre era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentarsi in caserma, l'uomo ha continuato a rendersi responsabili di reati analoghi

Malgrado fosse soggetto a determinate misure cautelari in seguito all'arresto in flagranza per possesso di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti, ha proseguito nella sua florida attività di spaccio. Per questa ragione un 26enne tunisino, K.A., è stato arrestato nuovamente dai carabinieri di Trento per fatti connessi alla detenzione e cessione di stupefacenti.

Gli episodi di spaccio documentati dai carabinieri sono diversi ed è stato inoltre verificato che, mentre era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentarsi in caserma ad intervalli temporali stabiliti dall'autorità giudiziaria, l'uomo continuava, nella totale indifferenza, a rendersi responsabili di reati analoghi. Il Tribunale di Trento, su richiesta della Procura, che ha coordinato l’attività d’indagine, ha disposto quindi la custodia cautelare in carcere del giovane che, una volta arrestato, è stato portato in carcere a Bolzano e deve rispondere del reato di cessione di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento