Si registra in albergo a Riva e arriva la polizia, arrestato

Sull'uomo pendeva infatti un ordine di carcerazione del Tribunale di Bolzano e deve scontare una condanna a due anni e pagare una multa di 4mila euro per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Un cittadino austriaco, capogruppo e conducente di un autobus turistico con trenta persone, è stato arrestato dai poliziotti della volante di Riva del Garda mentre si accingeva a partire per una gita a Venezia. Sull’uomo pendeva infatti un ordine di carcerazione del Tribunale di Bolzano e deve scontare una condanna a due anni di detenzione e al pagamento di una multa di 4mila euro  per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. 

L'uomo è stato individuato a Riva grazie al nuovo sistema di registrazione turistica Alloggiati Web, che invia segnalazioni alle questure nel caso in cui una persona che abbia conti da saldare con la giustizia si registri in qualche struttura ricettiva. Anche in questo caso attraverso una segnalazione in tempo quasi reale avvenuta subito dopo la registrazione degli ospiti in un hotel di Riva è stata avvistata la polizia, che ha inviato una volante sul posto, dove l'uomo è stato arrestato. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento