Furti in almeno 13 appartamenti: arrestati i 'ladri seriali' che si fingevano venditori

L'episodio ad Asti, dove un italiano e un albanese sono accusati di aver rubato in diverse case della provincia di Bolzano

Immagine repertorio

Furti in ameno tredici appartamenti di Bolzano. Con questa accusa due persone sono state arrestate ad Asti grazie alle indagini dei carabinieri altoatesini. A finire in manette un trentenne originario di Asti e un cittadino albanese di 25 anni.

Secondo quanto emerso, i due a partire dal mese di aprile arrivavano nella provincia di Bolzano dal Piemonte con il solo obiettivo di commettere furti nelle case, impossessandosi di gioielli e denaro, per svariate decine di migliaia di euro. Ad essere saccheggiati sono stati appartamenti dei comuni di Appiano, Caldaro, Meltina, Sciaves e Varna.

Come operavano i 'ladri seriali'

Il loro 'modus operandi' prevedeva che uno facesse 'da palo', per accertarsi che non ci fosse nessuno nell'abitazione prescelta per il colpo. Nel caso i proprietari fossero assenti, i due malviventi entravano in casa e rubavano rapidamente gli oggetti di valore. Qualora invece nell'appartamento fosse presente qualcuno, i 'ladri seriali', la cui tecnica era collaudata, non si facevano cogliere di sorpresa: uno dei due si spacciava per venditore di articoli per la casa, esibendo un foglio di una nota marca di contenitori a tenuta stagna.

In un caso specifico inoltre uno dei ladri, sorpreso dalla proprietaria all’interno del suo appartamento, si è addirittura spacciato per un agente delle forze dell’ordine, asserendo, con grande freddezza e lucidità, di essere giunto sul posto per verificare una segnalazione che indicava la presenza di ladri nella zona. I carabinieri sono riusciti a individuare i malviventi grazie alle numerose segnalazioni dei cittadini, oltre che a una meticolosa attività d’indagine con i riscontri di dati e tabulati e immagini ottenute dai sistemi di videosorveglianza di alcune abitazioni. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento