Signora 80enne arrestata: ruba 100.000 euro ad un coetaneo per lotto e gratta&vinci

Alla base della vicenda probabilmente c'è un problema di ludopatia. La donna è stata arrestata per evitare che il conto venisse azzerato

E' stata arrestata alla veneranda età di 80 anni per aver utilizzato il conto corrente di un coetaneo come un "bancomat". Il nome dell'operazione dei Carabinieri di Riva del Garda, "Cash  machine", dice tutto: l'anziana signora avrebbe spillato, in poco più di un anno e mezzo, una somma che sfiora i 100.000 euro ad un uomo benestante, anch'egli aniano. 

Il sospetto è venuto ai familiari della vittima, che si sono rivolti ai Carabinieri. La donna è stata pedinata in incognito per alcuni giorni finchèi militari non hanno ottenuto prove sufficienti per incastrarla: quasi quotidianamente si recava allo sportello bancomat con il malcapitato coetaneo, inducendolo a prelevare cospicue somme di denaro. 

In base alle prove raccolte la Procura di Rovereto ha iscritto la donna nel registro degli indagati ed in seguito il GIP ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare per evitare che l'uomo finisse sul lastrico. I soldi sottratti non sono stati recuperati in quanto la donna era solita spenderli nel giro di poco tempo al gioco, con superenalotto e gratta e vinci.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento