Gli animalisti: temiamo per la vita di Kj2. E confermano la denuncia per l'uomo aggredito

Aidaa intanto conferma di aver inviato alla Procura di Trento la denuncia contro il settantenne "che lo scorso 22 luglio aggredì l'orsa a colpi di bastone"

L'Associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aidaa) teme per la vita dell'orsa KJ2, protagonista del ferimento di un uomo nei boschi di Terlago due settimane fa. "I rischi che questa orsa venga abbattuta - afferma l'Aidaa - sono concreti proprio in base all'ordinanza emessa (e impugnata dalla Lac) da parte del presidente della Provincia di Trento Ugo Rossi che, con l'avvallo del ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti, non ha ancora revocato l'ordine di cattura e successivo possibile abbattimento". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo timore per la vita dell'orsa KJ2 e per la sua incolumità - dice Lorenzo Croce, presidente di Aidaa - ora che è confermato che l'orsa a cui hanno applicato il radiocollare la scorsa settimana è proprio lei, i rischi che la stessa venga abbattuta magari senza rendere pubblica la notizia è dietro l'angolo". Aidaa intanto conferma di aver inviato alla Procura di Trento la denuncia contro l'uomo "che lo scorso 22 luglio aggredì l'orsa a colpi di bastone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus: si va verso la proroga fino al 30 aprile, arriva il "mini-reddito" anche per chi è in nero

Torna su
TrentoToday è in caricamento