Nuovo ambulatorio territoriale di reumatologia all'ospedale di Borgo Valsugana

Niente più trasferimenti all’ospedale Santa Chiara di Trento per i malati reumatici della Valsugana e delle zone limitrofe

Il San Lorenzo a Borgo Valsugana

Niente più trasferimenti all’ospedale Santa Chiara di Trento per i malati reumatici della Valsugana e zone limitrofe: all'ospedale  San Lorenzo di Borgo Valsugana è stato infatti inaugurato oggi il nuovo ambulatorio territoriale di reumatologia. L’ambulatorio è operativo già da una settimana ma è stato presentato ufficialmente oggi, a completamento della rete reumatologica territoriale e va ad aggiungersi a quelli già attivi ad Arco, Cavalese, Cles, Rovereto, Tione e Trento.  

Nel 2017 le prestazioni erogate sono state circa 15.000, di cui 4.000 ambulatoriali periferiche: 450 visite al centro servizi di Trento, 720 a Cles, circa 700 a Rovereto, circa 600 a Cavalese, circa 500 a Tione e circa 500 ad Arco. A queste si aggiungono le circa 200 consulenze ai vari reparti ospedalieri. Esiste infatti una stretta collaborazione tra la reumatologia e le varie unità operative di medicina degli ospedali periferici che prevede incontri periodici strutturati di aggiornamento e integrazione specialistica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

Torna su
TrentoToday è in caricamento