Nuovo ambulatorio territoriale di reumatologia all'ospedale di Borgo Valsugana

Niente più trasferimenti all’ospedale Santa Chiara di Trento per i malati reumatici della Valsugana e delle zone limitrofe

Il San Lorenzo a Borgo Valsugana

Niente più trasferimenti all’ospedale Santa Chiara di Trento per i malati reumatici della Valsugana e zone limitrofe: all'ospedale  San Lorenzo di Borgo Valsugana è stato infatti inaugurato oggi il nuovo ambulatorio territoriale di reumatologia. L’ambulatorio è operativo già da una settimana ma è stato presentato ufficialmente oggi, a completamento della rete reumatologica territoriale e va ad aggiungersi a quelli già attivi ad Arco, Cavalese, Cles, Rovereto, Tione e Trento.  

Nel 2017 le prestazioni erogate sono state circa 15.000, di cui 4.000 ambulatoriali periferiche: 450 visite al centro servizi di Trento, 720 a Cles, circa 700 a Rovereto, circa 600 a Cavalese, circa 500 a Tione e circa 500 ad Arco. A queste si aggiungono le circa 200 consulenze ai vari reparti ospedalieri. Esiste infatti una stretta collaborazione tra la reumatologia e le varie unità operative di medicina degli ospedali periferici che prevede incontri periodici strutturati di aggiornamento e integrazione specialistica.

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento