Nubifragio in piana Rotaliana, alluvione in piazza a San Michele all'Adige

I tombini nonhanno retto l'improvvisa scarica di acqua ed in pochissimo tempo la piazza del paese è stata sommersa da quasi un metro d'acqua. Il temporale si è abbattuto sulla piana Rotaliana verso le 17, Vigili del Fuoco al lavoro fino alla tarda serata con idrovore per liberare dall'acqua anche i locali al piano terra degli edifici

Dopo i temporali della notte tra lunedì 23 e martedì 24 giugno, con grandinate da record in Vallagarina, nel pomeriggio di ieri, verso le 17, un violento nubifragio si è abbattuto sulla piana Rotaliana scaricando una grande quantità d'acqua in pochissimo tempo. L'acqua ha invaso vie e piazze dei paesi dove in molti casi i tombini non hanno retto l'ondata improvvisa. I Vigili del Fuoco sono intervenuti con le idrovore a Lavis, Mezzolombardo, Nave San Rocco ed a San Michele all'Adige dove la piazza principale è stata per qualche ora sommersa da più di mezzo metro d'acqua. L'acqua ha danneggiato alcune auto ed allagato i locali al piano terra degli edifici che si affacciano sulla piazza. Fuori uso anche i laboratori al piano interrato della Fondazione Mach. (foto: Vigili del Fuoco Volontari San Michele)

10377448_261788897338595_7021496428603349406_n-2

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento