I carabinieri si presentano a casa e sequestrano l'albero di Natale: era rubato

I militari si sono presentati alla Vigilia di Natale al termine delle indagini che hanno permesso di identificare gli autori del furto di un abete di due metri

Foto di repertorio

Si sono ritrovati i Carabinieri alla porta alla Vigilia di Natale. I militari sono entrati in casa e, dopo un rapido controllo, hanno sequestrato l'albero di Natale. Può sembrare una barzelletta ma si tratta di un furto accertato, con relative denunce.

E' accaduto a Lavis, a nord di Trento, dove di notte un abete rosso alto 2 metri è sparito da un vivavio. Il proprietario si è rivolto alla locale stazione dei Carabinieri, i quali hanno subito scandagliato le immagini dl circuito di videosorveglianza.

Nel video si vedono due uomini scavalcare la recinzione e trafugare l'abete per poi caricarlo su un'auto. Una Peugeot 206, dettaglio che li ha incastrati. I due sono stati ben presto identificati: si tratta di un uomo di 47 anni e di un 24enne di Salorno, pregiudicati, coinquilini. L'albero di Natale è stato rrestituito al legittimo proprietario ed i due sono stati denunciati per furto in concorso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento