Albere: qualche problema di urbanizzazione

"Per fortuna il quartiere è ancora disabitato" commenta ironicamente il lettore che ci ha mandato la segnalazione: nella foto i bidoni della differenziata occupano lo stallo di una moto. Inoltre manca un luogo di sosta per i tanti pullman che portano i turisti al museo. Riceviamo e pubblichiamo la lettera

LETTERA FIRMATA

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la progettazione del MUSE e del nuovo quartiere sono state spese somme ingenti. Ci hanno lavorato nomi illustri. Sicuramente il tutto è stato controllato dalla Commissione Edilizia. Al di là del insuccesso commerciale mi viene da contestare due punti. Il primo è la mancanza di un posto dove le corriere piene di turisti possano fermarsi per farli scendere. Non ci hanno pensato? Ora come ora le stesse devono fermarsi sulla strada con grande intralcio per il traffico. La mancanza di uno spazio privato dove mettere i bidoni della raccolta differenziata. “Per fortuna” il quartiere è disabitato perché altrimenti non si sa dove verrebbero messi. Nella foto si evince come occupino lo stallo di una moto. Il posto, direi, non sarebbe quello. In Comune a Trento vedendo i progetti nessuno ha pensato a queste due cose? E stanno pensando come metterci una pezza sopra?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento