I poliziotti lo riconoscono alla fermata dell'autobus a Gardolo: era latitante da tre anni

Era tornato in mattinata a Trento, dove nel 2013 era stato condannato per spaccio, salvo poi scappare in Albania

Era latitante da più di tre anni, forse pensava fossero abbastanza per rendersi "irriconoscibile" a Trento, dove nel 2013 era stato condannato per spaccio, salvo poi scappare in Albania. Gli agenti a bordo di una volante che ieri transitava a Gardolo per un normale servizio di pattugliamento lo hanno visto mentre aspettava tranquillamente l'autobus. Il 26enne albanese è sttato riconosciuto e condotto in Questura. Era ritornato a Trento, dopo essere scappato in patria, in mattinata. All'arresto è stata aggiunta anche la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento