"E' stato femminicidio?". La famiglia, il sindaco, il parroco parlano di Alba Chiara su Il Post

Una cronista de Il Post a Tenno, in una comunità che vorrebbe, ma non può, dimenticare. La madre di Alba Chiara: "Di lei hanno scritto solo che era una barista"

Alba Chiara Baroni, 22 anni, uccisa il 31 luglio 2017 dal fidanzato

Disperazione? Follia? O meglio chiamarlo con quel nome che richiama alla mente una violenza ben diversa, che nasce da pregiudizi secolari e da ossessioni conteporanee: femminicidio? E' un viaggio nel dolore di un lutto ancora troppo recente per essere consegnato alla memoria di una comunità quello della giornalista Giulia Siviero per il sito d'informazione Il Post (clicca qui) a Tenno, il piccolo paese dell'Alto Garda scosso dalla doppia tragedia che un anno fa recise due vite nel  fiore degli anni.

Alba Chiara Baroni, una ragazza di 22 anni, è stata uccisa dal fidanzato, Mattia Stanga, coetaneo, che si è tolto la vita subito dopo. Era il 31 luglio 2017. A distanza di un anno la vicenda è tornata a far discutere dopo la decisione del sindaco del paese di dimettersi, perchè la giunta comunale non ha voluto approvare in maniera chiara e compatta l'istituzione di una targa per ricordare Alba Chiara, vittima di femminicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La targa è stata poi realizzata, le dimissioni non sono state ritirate. La comunità, che vorrebbe forse dimenticare, è stata nuovamente scossa dal ricordo di quella tragedia. La madre ed il padre di Alba Chiara, gli abitanti, il sindaco ed il parroco di Tenno si raccontano alla cronista de Il Post consegnando le loro personali opinioni sul fatto, e sul fenomeno più gnerale della  violenza contro le donne. "I giornali hanno scritto solamente che era una barista" si sfoga la madre di Alba Chiara, ricordando che la figlia era diplomata disegnatrice orafa alla Scuola d'Arti e Mestieri di Vicenza, capitana della squdra di hockey, ed amava disegnare e dipingere. A distanza di un anno quella di Tenno è una storia che merita, ancora, di essere raccontata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Casting a Trento per un nuovo film: si cercano comparse esili o dal 'volto antico'

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Casa gratis in cambio di volontariato: ecco il bando

  • Incidente in A22, si schianta contro un camion e rimane incastrato sotto il rimorchio: morto 38enne

Torna su
TrentoToday è in caricamento